Associazione Dirigibili Archimede  

Chi siamo

Il dirigibile

La storia

I record

Immagini

Filmati

Associazione Dirigibili Archimede

News

Eventi

Glossario

Turismo

Gli studi

I dati

I libri e le tesi

Associazione Dirigibili Archimede

Links


Contattaci



Un corpo immerso in un liquido riceve
una spinta dal basso verso l'alto pari
al peso del volume di liquido spostato
Archimede 287(?) - 212 A.C.

L'associazione e i suoi obiettivi

L'Associazione Dirigibili Archimede (associazione senza scopo di lucro) si propone di stimolare l'interesse verso le tecnologie e le possibilità di utilizzo dei dirigibili e di diffondere informazioni e conoscenze sulla storia, la situazione attuale e le prospettive future di questo mezzo.

Con la scelta del nome dell'associazione si è voluto rendere omaggio al grande scienziato siracusano che con il suo famoso "principio" pose le basi scientifiche del volo con i "più leggeri dell'aria".

L'Associazione intende perseguire il suo scopo sociale attraverso

- attività di comunicazione, fra cui questo sito, presentazioni nelle scuole o in ambienti potenzialmente interessati alle applicazioni della tecnologia del dirigibile, partecipazione a convegni e manifestazioni o loro organizzazione.
- sperimentazioni (e relativi studi di fattibilità) delle applicazioni dei dirigibili in settori particolarmente adatti al loro impiego come, ad esempio, l'ambiente, i beni culturali, la protezione civile (per le prime prove sul campo disponiamo di un dirigibile radiocomandato da 4 metri di base a Ostia).
- promozione di attività sportive e di tempo libero
- erogazione di servizi con impiego di dirigibili

L'associazione ha origine dall'idea che il dirigibile, legato nell'immaginario collettivo alle grandi e talvolta drammatiche imprese dei primi decenni del '900, possieda oggi, grazie alle specifiche caratteristiche del mezzo e alle innovazioni tecnologiche da allora verificatesi, rilevanti possibilità di affermarsi in svariate applicazioni che vanno dall'osservazione aerea alla pubblicità, dai trasporti alle telecomunicazioni.

In particolare, i progressi della scienza e della tecnologia consentono oggi di realizzare mezzi dalle prestazioni di gran lunga più avanzate rispetto a quelle dei dirigibili che già negli anni '20 del secolo scorso effettuavano regolari servizi passeggeri attraverso l'Atlantico, volavano sul Polo, trasportavano decine di tonnellate di carico, rimanevano in volo per giorni (nella foto: immagine del Norge nell'Artico di F. Mazzonis).

Alle innovazioni in grado di migliorare prestazioni e sicurezza dei dirigibili sono da aggiungere quelle in grado di espanderne gli utilizzi (sensori, sistemi di telecomunicazione, sistemi di controllo a distanza, ...).

Sono infine cresciuti mercati ed esigenze come pubblicità, sorveglianza e monitoraggio, telecomunicazioni per i quali le tipiche caratteristiche dei dirigibili (possibilità di volo lento o stazionario, grande visibilità, grande autonomia, silenziosità, grande capienza) risultano particolarmente adatte (nella foto Lightship A-60+).

I dirigibili sono oggi utilizzati in molti paesi per attività pubblicitarie (filone mai venuto meno), turismo, riprese aeree, telesorveglianza.


Sono attualmente in corso di svolgimento diversi programmi di ricerca e sviluppo condotti da imprese private o istituzioni pubbliche. L'attenzione verso i dirigibili che si manifesta, con concrete iniziative (nella foto: Zeppelin NT) in numerosi paesi (USA, Germania, Regno Unito, Russia, Giappone, Francia, Corea del Sud, ...) non sembra fino a questo momento aver contagiato l'Italia, nonostante la significativa tradizione del nostro Paese in questo campo.

Ci auguriamo che questo possa presto cambiare.

Il sito

Consideriamo questo sito il principale strumento di comunicazione della nostra associazione. Con queste pagine ci proponiamo di colmare la lacuna costituita dalla mancanza di un sito italiano dedicato ai dirigibili. Vorremmo che nel sito chi è curioso possa trovare le prime informazioni e chi desidera approfondire l'argomento possa facilmente ottenere, direttamente o via link, una risposta alle sue esigenze.

Il sito al momento della sua apertura risulta necessariamente "leggero". Qualche sezione richiederà importanti investimenti per arrivare ad un livello "giusto", altre saranno aggiunte via via che riusciremo, anche con l'aiuto di amici e appassionati, in Italia e all'estero, ad acquisire e inserire nuovo materiale.

 

Aggiornato il 27 Novembre 2016 © 2004 Marco Calcaterra